Nasco in Svizzera perché figlio dell’emigrazione a rotaia. La Svizzera non mi è mai piaciuta più di tanto, ricordo solo cioccolata, montagne, tanti boschi e …altra cioccolata.

Inizio a suonare a circa 8 anni, la fisarmonica prima e poi la chitarra verso i 13 anni. A 16 anni arrivo al basso elettrico. Successivamente all’ukulele e negli ultimi anni anche al banjo.

Da bambino ho frequentato la scuola di teatro di Franco Chillemi, successivamente mi sono appassionato al teatro antico recitando in molte commedie di Plauto e Aristofane...credo che l’esperienza più bella sia stata recitare i Menecmi a Palazzolo Acreide, tra le pietre che hanno visto in persona alcuni grandi autori dell’antichità e anche il Teatro Quirino davanti a Sandro Pertini; se mi viene in mente altro lo scrivo. Il teatro ha continuato ad appassionarmi ma l’ho abbandonato verso i 30 anni.

Ho fondato una compagnia di teatro e musica chiamata Officina Immaginesuono da dove sono usciti molti talenti musicali e artistici e in generale tante belle persone.

Suono da così tanto tempo che faccio fatica a ricordare con chi e perché l’ho fatto, sarebbe anche abbastanza inutile a mio avviso, ma ricordo con piacere i Detention, la mia band di musica Thrash\Heavy Metali Cambio Mentale, i Maskalzones, la Skatabanda e i Tubadu: tutti miei progetti o quasi. Suono attualmente con i Tubadu, Marco Conidi, Orchestraccia, i Pigri – Omaggio a Ivan Graziani. Ho prestato la mia opera a tantissimi artisti: Paola Turci, Franco Califano, Edoardo Pesce, Il trio Bobo con Christian Meyer e Faso, Karl Potter, Alberto Clemente, gli Ukus in Fabula, la Healers Blues Band, i Mystery Train e poi tanti altri ancora che non mi ricordo e che appena ho tempo aggiornerò in questa lista, ma ora mi sono stufato!

Ho suonato anche tanto Liscio e non me ne vergogno, anzi.

Vivo in campagna perché amo il cibo naturale, coltivare la terra, allevare animali e vedere i miei cani correre felici in mezzo al prato e perché nessuno possa dire: braccia rubate alll’agricoltura.

Questa biografia diventa sempre più farraginosa e inutile...mi domando anche a chi possa interessare. Dato certo: morirò suonando, se possibile!

Mi sono diplomato al Liceo Classico “A. Mancinelli” di Velletri. Mi sono laureato a Roma, alla Sapienza in lingue e letterature straniere con il massimo dei voti ma senza laude (accidenti. N.d.A.).

Non mi sono mai diplomato al conservatorio! Non ho studiato musica in nessuna scuola privata, ma ho frequentato corsi, seminari, incontri e passato serate a suonare (molte volte in pessime condizioni) con musicisti di tutto il mondo, alcuni tra i più bravi nel loro campo…mi sembra abbastanza superfluo stare qui a ricordarsi tutti e poi saranno pure fatti miei.

Ho frequentato tutti i corsi, i seminari e master in Italia sulla MLT di Edwin E. Gordon e pratico tali teorie nell’insegnamento ai bambini in età prescolare. Ho anche conosciuto il maestro e genio Gordon, ho assistito alle sue lezioni e ricevuto il mio diploma di perfezionamento da lui in persona e questo già mi poteva bastare!

Da qualche anno pratico e studio la metodologia Orff con il maestro Giovanni Piazza, Ciro Paduano e gli insegnanti del centro di formazione Donna Olimpia di Roma.

Amo insegnare e pure questo lo faccio non so da quanto tempo. Ho scritto un manuale per ukulele edito dalla Volontè & Co. e ne scriverò a breve altri perché la cosa mi piace.

Il giorno della prima comunione mi innamoro della fisarmonica suonata alla mia festa, chiederò seduta stante a mio padre di comprarmi uno strumento e iniziare ad andare a scuola di musica. Vengo portato a lezione dal maestro Alvaro Fiacconi che per circa 6 anni mi insegnerà la fisarmonica, a leggere la musica e a suonare con le prime orchestre.

A 12 anni inizia la prima rivoluzione della mia vita, frequentando i corsi di Teatro del maestro Franco Chillemi mi viene mostrata per la prima volta una chitarra da vicino, i tempi sono ormai maturi: "Voglio suonare la chitarra!". La mia prima chitarra è uno strumento classico comprato per pochissimi spiccioli da un malfidato e già preoccupato padre. Contemporaneamente, grazie all'amicizia di più emancipati amici delle scuole medie, arriva dentro casa mia la prima cassetta BASF C90. Dentro c'è di tutto! gli Ac/dc, gli Iron Maiden, i Judas PriestSaxon a altre pietre miliari del Rock Metal dei primi anni '80. È l'inizio della fine. Il demone del rock si impossessa di me in pochissimo tempo, già a 14 anni suono in una band Thrash Metal della mia città: i Detention. Sono anni di studio intenso, passo dal Rock-Metal al blues, poi anche il jazz; in realtà non amo suonare il jazz ma la scuola tecnica e armonica del genere è fondamentale.

Seguimi sui social